Arte PaRDeS

Ritratti di donne

serata musicale “Intanto” di Davide Antonio Pio

Giovedì 13 luglio 2017 ore 21 a PaRDeS – Mirano: “Intanto” di Davide Antonio Pio, serata musicale. Presentazione del cd. Cover by Tobia Ravà.

Davide Antonio Pio: Voce e Chitarra; Simone Bortolami: Chitarra e Ukulele; Giuseppe Lopizzo, Natalìa Piovan, Giulia Poggioli: Cori.

Il “concerto incontro” è un momento di intrattenimento fatto di entusiasmo ed improvvisazione. Un’ora e mezza di letture, canzoni, racconti di vita. L’artista inventa, cercando di incontrare lo spettatore in una stanza dei giochi sconosciuta ad entrambi.

Davide Antonio Pio (Benevento, 1988) scrittore, compositore e viaggiatore. Ha vissuto a Londra, Edimburgo e Ljubljana. Autore di teatro, musica e versi rappresentato alla Filarmonica di Ljubljana, al teatro olimpico di Sabbioneta.  Ha tenuto concerti e seminari in comunità, conventi, teatri, università.  Nell’ultimo anno ha intrapreso una collaborazione con la rassegna “La Fiera delle Parole” . L’ultimo cd “Intanto” è stato realizzato grazie alla campagna crodfunding #perlamordipio e allo sponsor de la fiera delle parole. La copertina del cd è un’opera di Tobia Ravà, generosamente concessa dall’artista.

www.facebook.com/davideantoniopio.official

www.davideantoniopio.net

comunicato stampa concerto Davide Antonio Pio

 

Incontro con lo scrittore Gabriele Poli

Mercoledì 5 luglio 2017 alle 21 a PaRDeS – Mirano: Incontro con lo scrittore Gabriele Poli autore de “Il tesoro di Tupac Amaru” e de “Il giovane inca”.

comunicato stampa incontro con Gabriele Poli

“Il Tesoro di Tupac Amaru” (Onda D’Urto Edizioni, 2016) è un avventuroso viaggio che attraversa i secoli ed affonda le sue radici nel magico Sud America. Storie di personaggi ed epoche diverse s’intrecciano grazie alla scoperta del “quipu”, un misterioso strumento inca. Un antico oggetto che nell’indecifrabile complesso dei suoi nodi, racchiude la mappa per scoprire il favoloso tesoro dell’ultimo re degli Inca, Tupac Amaru. Alex, studioso di tradizioni peruviane, insieme ai suoi amici, si troverà proiettato in una terra ricca di tradizioni, ma anche di imprevisti. La storia di un lontano passato che si fonde con i pericoli di un gruppo terroristico; amore, morte, colpi di scena ed un’avventura sotto il segno degli Inca.

“Il giovane Inca” è il nuovo romanzo di Gabriele Poli (Onda D’urto Edizioni, 2017) e segue il precedente “Il tesoro di Tupac Amaru” (Vincitore del Premio della giuria Tina Merlin al Belluno Film festival). Il giovane Inca racconta la storia del principe Kusi, figlio del re degli Inca. Il giovane è amato dal popolo, ma il tradimento del fratellastro Urku lo costringe a fuggire nelle terre dei barbari, accompagnato solo dal fido amico Ollanta. Tutto ciò che amava, la famiglia, la dolce Killa e i progetti di un grande impero, sfumano. Inti, il dio Sole, lo ha forse abbandonato? Pare di sì, soprattutto ora, fuggiasco in un paese straniero, inseguito dalle guardie del padre e costretto a nascondersi per non cadere nelle mani di un terribile nemico. Gli resta molto poco: Ollanta, la forza della giovinezza, il ricordo di una ragazza e la magia del mondo andino. Sarà sufficiente tutto questo per riconquistare il regno perduto?

“Donne in rilievo” incontro con Alessandro Marzo Magno

Giovedì 29 giugno ore 21 a PaRDeS – Mirano: “Donne in rilievo” incontro con Alessandro Marzo Magno autore di “Serenissime. Le donne illustri di Venezia dal medioevo ad oggi”, “Con stile. Come l’Italia ha vestito (e svestito) il mondo” e “Missione grande bellezza” sulle donne e gli uomini che hanno salvato i capolavori italiani trafugati da Napoleone ed Hitler.

comunicato stampa incontro con Alessandro Marzo Magno

 

Presentazione del libro di Antonia Arslan “Lettera ad una ragazza in Turchia”

Giovedì 22 giugno 2017 ore 21 a PaRDeS – Mirano: Antonia Arslan “Lettera ad una ragazza in Turchia”, Rizzoli, 2016. Presentazione del libro alla presenza dell’autrice con Anna Maria Corradini e Flavia Randi.

“Tu devi avere un coraggio nuovo, mia ragazza di Turchia. Ti vogliono rimandare indietro a tempi lontani, mentre a te piacciono capelli al vento e gonne leggere, ascoltare musiche forti, andare a zonzo con gli amici e sentirti uguale a loro. Vorresti lottare a viso scoperto. E invece dovrai scoprire di nuovo il coraggio sotterraneo dei deboli, l’audacia che si muove nell’ombra, e cercare nella tua storia antica le ragioni e la forza per sopravvivere.”Queste le parole di Antonia Arslan nella sua lettera immaginata a una ragazza turca. Con la maestria che è solo dei grandi narratori, Antonia Arslan ripercorre le vicende delle sue antenate armene, tessendo un racconto che si dipana attraverso un filo teso dai tempi antichi per arrivare fino ai giorni nostri. Perché la paura subdola che ci colpisce ogni giorno, le oscure premonizioni che si propagano da Oriente a Occidente, da Istanbul a Bruxelles, sono le stesse delle donne armene che si sono sacrificate in nome della libertà. L’antidoto contro la paura è la memoria, è il tappeto di storie di chi ha subìto un ribaltamento del suo mondo all’improvviso. L’autrice della Masseria ci regala un libro intimo, attualissimo, un viaggio straordinario in cui ridà vita alle vicende di donne che combattono per il proprio futuro e per restare se stesse.

Antonia Arslan padovana di origine armena, ha insegnato Letteratura italiana moderna e contemporanea all’università di Padova. È autrice di saggi sulla narrativa popolare e d’appendice e sulle scrittrici italiane dell’Ottocento (Dame, droga e galline; Dame, galline e regine) e ha tradotto il grande poeta armeno Daniel Varujan. Per Rizzoli ha pubblicato, nel 2004, il bestseller La masseria delle allodole, tradotto in venti lingue e diventato un film dei fratelli Taviani, nel 2009 La strada di Smirne, nel 2010 Ishtar 2. Cronache dal mio risveglio e nel 2015 Il rumore delle perle di legno, il terzo capitolo della serie armena. Per Skira Il libro di Mush (2012).

comunicato stampa presentazione libro Antonia Arslan

Conversazione “Ritratti di donne che hanno segnato un’epoca nel nostro territorio”

Mercoledì 21 giugno ore 21 a PaRDeS – Mirano “Ritratti di donne che hanno segnato un’epoca nel nostro territorio”. Conversazione con Maria Luisa Trevisan e Tobia Ravà promossa dal Soroptimist International Club Miranese – Riviera del Brenta.

 

Partendo dai ritratti presenti in mostra Maria Luisa Trevisan illustrerà alcune figure di donne celebri del Novecento che hanno contribuito a vivacizzare e stimolare con la loro intelligenza e cultura Venezia e il territorio. Tra queste vi è la cantante lirica Toti del Monte, l’attrice Andreina Carli, la musicista Winnaretta Singer, conosciuta anche come principessa de Polignac, la scrittrice Louise de Vilmorin, le artiste Giosetta Fioroni, Sara Campesan, Maria Pia Fanna Roncoroni, le partigiane Franca Trentin e Lia Finzi, la giornalista, scrittrice e artista Milena Milani e la collezionista Peggy Guggenheim.

Tobia Ravà si soffermerà sulla triste vicenda della piccola Sophia, sulla tragedia dell’ artista Charlotte Salomon e sulla poetessa Sara Copio Sullam, che contribuì a creare un fermento culturale a Venezia nella prima metà del Seicento in un periodo in cui erano poche le donne ad emergere. Spiegherà il suo ciclo dei ritratti femminili, sviluppando i percorsi ghematrici all’interno delle sue opere.

comunicato stampa Soroptimist Ritratti di donne del territorio

“RITRATTO di DONNA” tra musica e poesia

PaRDeS – Laboratorio di Ricerca D’Arte Contemporanea

Via Miranese 42 – 30035 Mirano (VE)

Martedì 13 giugno 2017 ore 21 a PaRDeS – Mirano: “Ritratto di donna” tra musica e poesia con Valeria Causin, soprano, Debora Massaria, pianoforte, Giovanni Da Lio, poeta.

“RITRATTO di DONNA” tra musica e poesia
Saluto di benvenuto: Tobia Ravà
Presenta lo spettacolo: Maria Luisa Trevisan

mostra: Ritratti di donne

a cura di Maria Luisa Trevisan

28 maggio – 12 novembre

Mirano (VE): PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea, Via Miranese 42

Venezia: Art Factory, Fondamenta dell’Arzere, Dorsoduro 2324
28 maggio – 16 luglio e 13 settembre – 12 novembre 2017

Mirano (VE): PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea, Via Miranese 42

Da mercoledì a domenica 16-19 su prenotazione
31 maggio – 15 luglio e 13 settembre – 15 ottobre 2017

Venezia: Art Factory, Fondamenta dell’Arzere, Dorsoduro 2324

Da mercoledì a venerdì 16.00-19.00. Sabato 10-13

comunicato stampa Mostra Ritratti di donne