Arte Pardes

Relativity 2012

concerto Duo Basquiat e spettacolo di Frank Cadillac -The Art of Illusion

Domenica 1 luglio 2012 alle ore 17.45 (anziché alle 21)

Duo “Basquiat” in Concerto. Giulio Sensolo, Nicola Mazzon per mandolino e chitarra

A seguire Frank Cadillac, The Art of Illusion

comunicato stampa 1 luglio Duo Basquiat e Frank Cadillac

Si tratta del terzo appuntamento a PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea, nell’ambito della mostra RELATIVITY. Relative and Relations, a cura di Maria Luisa Trevisan, in cui si abbina la musica all’arte della prestidigitazione.

Descrizione: Il duo Basquiat nasce nel 2011 per volontà del mandolinista Giulio Sensolo e del chitarrista Nicola Mazzon. L’intenzione è quella di proporre un repertorio originale per mandolino e chitarra che disegni dal tardo classicismo, alle sonorità più moderne e innovative del ‘900, tracciando un percorso cronologico ideale che esalti sonorità nuove e poco diffuse, a torto relegate in un ambito esclusivamente popolare. Da poco formato, il Duo Basquiat si è esibito ufficialmente per la prima volta alla XV Rassegna Nazionale Musicale “I Migliori diplomati” a. a. 2009/2010 di Castrocaro Terme (FC), continua tutt’ora a partecipare a numerose rassegne nel territorio nazionale.

duo_basquiat_image004 duo_basquiat_image006

PROGRAMMA

Mauro Giuliani (1781-1829)
Duo Concertante op. 25 per violino e chitarra
I Maestoso
II Tema con variazioni

Niccolò Paganini (1782-1840)
Cantabile per violino e chitarra

Raffaele Calace (1863-1934)
Polonaise op. 36 per mandolino e chitarra

Sergio Chiereghin (1933)
Dialoghi per mandolino e chitarra

Miroslav Miletic (1925)
Sonatina per violino e chitarra
I Allegro
II Andante
III Allegro

Programma di sala Concerto Duo Basquiat

A seguire THE ART OF ILLUSION di FRANK CADILLAC

franck-cadillac_image007

Frank Cadillac, al secolo Franco Borgo, ha iniziato presto la sua carriera artistica con la musica, suonando e componendo canzoni non ancora quindicenne, lavorando in teatro ed inserendo nelle rappresentazioni i primi giochi di prestigio; una volta entrato nel mondo del lavoro fare l’artista era ancora solo un hobby, in quanto l’attività principale era quella di artigiano falegname costruttore di mobili per l’arredamento. Ma l’amore per la magia cresceva sempre di più tanto che nel 1990 lo portava a compiere il grande salto e diventare prestigiatore professionista, dedicandosi quindi a tempo pieno alla meravigliosa arte dell’illusione. I suoi spettacoli, rivolti sia ad un pubblico di adulti che di bambini, sono sempre svolti in chiave brillante e spaziano dai piccoli effetti, eseguiti a pochi centimetri di distanza dagli spettatori, alle “grandi illusioni”, numeri di grande impatto sul pubblico eseguiti con attrezzi particolari che Frank realizza personalmente grazie alla sua esperienza di falegnameria, curandoli nei minimi particolari. Ha partecipato a trasmissioni televisive, sia in RAI che in TV private, ha lavorato in prestigiosi locali e come conferenziere è stato chiamato da circoli magici italiani ed esteri ad esporre le sue lectures sulle grandi illusioni. Ha pubblicato i primi tre libri di una collana di sei tutta dedicata alle grandi illusioni, prima opera del genere in lingua italiana. Nel 1992 ha fondato il Frank Cadillac Club, di cui è tuttora il presidente, un’associazione dedicata agli amanti della prestigiazione, la cui attività didattica comprende sia corsi per i principianti che conferenze per gli avanzati, tenute da artisti di fama internazionale. Lo scopo principale del Club è quello di essere un punto di riferimento per i prestigiatori del Triveneto, oltre che divulgare, sviluppare ed aprire nuovi orizzonti all’arte dell’illusione; per questo dispone di una propria sede attrezzata con un palcoscenico stabile dove i soci possono provare i propri numeri, una biblioteca ed una videoteca magica. Dal dicembre del 1996 il Club è entrato a far parte della prestigiosa organizzazione mondiale dei prestigiatori denominata International Brootherhood of Magicians, ricevendo così un importante riconoscimento a pochi anni dalla sua fondazione, assegnato prima solo ad altri quattro circoli italiani. Recentemente Frank ha ricevuto il titolo di Presidente Onorario del Club Magico “Dr. Jules Dhotel” di Israele, per la devozione con la quale in tutti questi anni si è dedicato alla divulgazione dell’Arte Magica ed alla guida del Club. Negli spettacoli rivolti principalmente ad una platea adulta, Frank esegue giochi di prestigio più complessi e di grande impatto con il coinvolgimento diretto del pubblico, mantenendo comunque sempre la sua caratteristica vena brillante e, dove la situazione lo richiede, inserendo divertenti gags. Coadiuvato da un’assistente presenta inoltre grandi illusioni sia quelle classiche che quelle di nuova generazione. Gli effetti naturalmente variano a seconda dello spazio a disposizione, sia che si tratti di piccoli ambienti come sale private sia di grandi come teatri, palestre, auditorium o piazze e parchi. Davanti ad un pubblico di stranieri ad esempio nei villaggi turistici o negli hotels termali, Frank propone uno spettacolo estremamente visivo ed accompagnato prevalentemente da basi musicali senza parlare, quindi immediatamente comprensibile per tutti, oppure può alternare tali numeri “muti” ad effetti in lingua inglese o francese.

www.frankcadillacmagic.it

incontro con Tiziano Possamai e Anna Maria Corradini

Giovedì 28 giugno ore18
Tiziano Possamai – Anna Maria Corradini
ll soggetto che (non) siamo
Laboratorio di pratica filosofica su sistemi e relazioni. Attività esperienziale per parlare del valore dei valor nell’epoca postmoderna.
Si tratta del secondo appuntamento a PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea, nell’ambito della mostra RELATIVITY. Relative and Relations, a cura di Maria Luisa Trevisan.
Annamaria Corradini introdurrà presentando la pratica filosofica come metodo di riflessione. Tiziano Possamai proporrà una riflessione su sistemi e relazioni a cui apparteniamo e non apparteniamo, libertà e non libertà del soggetto, crisi e frammentazione dell’individuo, in riferimento al suo recente testo sul post-moderno.

Immagine-Possamai

comunicato_stampa incontro con Possamai e Corradini

incontro con Khaled Fuad Allam

Giovedì 21 giugno 2012 ore 18.30

incontro con Khaled Fuad Allam
Per capirne di più…Questioni d’Islam e primavera araba.

Presenta Tobia Ravà.

Khaled Fuad Allam insegna sociologia del mondo musulmano e storia ed istituzioni dei paesi islamici all’università di Trieste ed islamistica all’Università di Urbino. Editorialista del Sole 24 Ore.
E’ autore del saggio “L’islam spiegato ai leghisti”, Piemme Mondadori, 2011.

Si parlerà della “primavera araba”, speranze e delusioni. Di prossima pubblicazione in autunno, per i tipi della Marsilio: “Avere vent’anni a Tunisi e al Cairo”.

L’incontro sarà intercalato da alcuni brani musicali che saranno eseguiti del duo italo-inglese Maurizio & Claire, dedicati alla libertà, alla pace, alla speranza, convivenza pacifica nella diversità. Il loro repertorio tocca diversi generi musicali, dal blues al jazz, dal reggae al folk, dal country al classico.

Germoglio-di-speranza

mostra RELATIVITY. Relative and Relations

RELATIVITY. Relative and Relations

L’associazione Concerto d’Arte Contemporanea organizza la mostra “RELATIVITY. Relative and Relations “, che si terrà dal 27 maggio all’ 11 novembre 2012, con pausa estiva dal 16.07 al 15.09, presso PaRDeS – Laboratorio di Ricerca D’arte Contemporanea, a Mirano (VE) in via Miranese 42.
L’esposizione con gli eventi ad essa correlati affronta i molteplici significati ed implicazioni legati al concetto di relatività.

A cura di Maria Luisa Trevisan
in collaborazione Annamaria Corradini, Antonio Costanzo, Francesca Giubilei
allestimenti di Tobia Ravà.

relativity_l

comunicato stampa mostra Relativity

locandina mostra Relativity

folder mostra Relativity

gli incontri durante la mostra Relativity

invito mostra Relativity

Giulia Alberti – Franco Armieri – Huguette Blèzés – Raffaella Busdon – Gian Paolo Canova – Alessandro Cardinale – Sonia Casari – Anna Caser – Adriano Cecco – Franco Cimitan – Emanuela Cittadoni – Anna Colitti – Alberto Di Fabio – Samuele Dossena – Nicola Evangelisti – Nicola Giol – Cristina Gori – Delilah Gutman & Roberto Paci Dalò – Bobo Ivancich De La Torriente – Abdallah Khaled – Federico Lanaro – Raimondo Lorenzetti – Claudio Massini – Guido Moretti – Pain Azyme – Laurina Paperina – Tobia Ravà – Miljenka Šepic – Sevn – Aldo Spizzichino – Francesco Stefanini
Cristina Treppo – Vittorio Valente – Cesare Vignato – Carla Viparelli

Pubblicazione testi di Antonio Costanzo, Francesca Giubilei e Maria Luisa Trevisan
Organizzazione: Concerto d’Arte Contemporanea in collaborazione con Anna Maria Corradini.
Allestimenti e grafica di Tobia Ravà

Ingresso gratuito. Visite, incontri e workshop su prenotazione da mercoledì a domenica dalle 15 alle 19

tel. +39 0415728366
cell. 3491240891
mail cartec@alice.it
mail mltrevisan@libero.it

invito partecipazione mostra Relativity

L’associazione Concerto d’Arte Contemporanea desidera invitare alla partecipazione alla mostra “RELATIVITY. Relative and Relations “, che si terrà dal 27 maggio all’ 11 novembre 2012, con pausa estiva dal 16.07 al 15.09, presso PaRDeS – Laboratorio di ricerca d’arte contemporanea, spazio che comprende sala espositiva e parco in via Miranese 42 a Mirano (VE).
L’esposizione con gli eventi ad essa correlati riguarderanno i molteplici significati ed implicazioni legati al concetto di relatività.
Desideriamo interrogare l’arte sull’articolata complessità dell’argomento.
Invitiamo quindi ad interpretare il tema scelto, dal punto di vista preferito, scientifico-matematico, etico, estetico, umanistico-relazionale, ecc.
Gli spunti sono numerosi e spesso interconnessi, è quindi opportuno che la proposta-progetto esprima il “relativo” punto di vista sulla “relatività”.

E possibile proporre un dipinto, o fotografia o una scultura, o un video e/o una installazione per esterno.

Si danno qui di seguito date, scadenze ed impegni vincolanti:

Entro e non oltre sabato 26 aprile 2012 consegna
via e-mail mltrevisan@libero.it
o tramite posta
Pardes Via Miranese 42 – 30035 Mirano (VE)
dei progetti e le proposte artistiche, con relativa spiegazione, foto e descrizione dell’opera con i materiali e tecnica utilizzata.
Tali progetti non verranno restituiti dopo le fasi di selezione.

Lunedì 30 aprile 2012, il comitato scientifico, a suo insindacabile giudizio, comunicherà agli interessati i progetti scelti

Entro e non oltre domenica 10 maggio 2012 consegna via e-mail di 2 foto professionali in alta risoluzione delle opere, con relativa didascalia per la pubblicazione e per la diffusione dell’iniziativa

Entro e non oltre domenica 20 maggio 2012 consegna delle opere presso la sede espositiva e/o eventuale montaggio delle installazioni in esterno di cui l’artista o un suo delegato sarà totalmente responsabile.

Le opere devono essere accompagnate da indicazioni sul loro montaggio se l’artista non sarà presente durante l’allestimento.

download lettera invito con modalità di partecipazione