Arte Pardes

40 ritratti di donne in due libri di racconti di Annalisa Bruni

Domenica 22 ottobre 2017 ore 18 a PaRDeS – Mirano: “Guardiamoci allo specchio”. 40 ritratti di donne in due libri di racconti di Annalisa Bruni. Sarà presente l’Autrice con i suoi “ritratti di donne” tratti dalle sue ultime due pubblicazioni della collana Vicoli, dal titolo Tipi da non frequentare (2013) e Tipe da frequentare (ma per quanto?), 2016, pubblicati entrambi da Cleup. Presentazione della scrittrice Antonella Benvenuti.

Tipi da non frequentare tratta del fenomeno sociale delle donne single. Una comunità femminile che affronta compatta lo zitellaggio di ritorno, dopo una separazione, una vedovanza, l’abbandono – voluto o subìto – dell’ultimo compagno, moroso, amante, amico particolare. E ti chiedi: hanno rinunciato a cercare un amore? Oppure sono fuori dal mercato dei sentimenti per scelta o per necessità? Non le vuole nessuno? Sono troppo esigenti? Non ci sono abbastanza maschi disponibili? Quelli disponibili sono gli scarti e quindi sono loro, le donne single, a non prenderli in considerazione? Ma ogni tanto qualche tipo appare all’orizzonte. Si materializza a una cena, riemerge magari dal passato, o spunta da un possibile futuro. E qualcuna ci prova, di nuovo, senza grandi aspettative, magari con parecchi pregiudizi che, appunto, ne pregiudicano l’esito, oppure con qualche speranza, in genere “purtroppo” ben presto svaporata. Di storie, a saperle ascoltare, ne girano tante. Storie di tentativi, approcci, esperienze a volte divertenti, a volte assurde, spesso al limite del surreale.

Tipe da frequentare (ma per quanto?) è il seguito ideale di Tipi da non frequentare, pubblicato sempre da. Per una sorta di par condicio, per raccontare altrettante storie di incontri non proprio soddisfacenti tra uomo e donna, ma visti attraverso lo sguardo di lui. Venti storie, molto diverse tra loro, nelle quali una relazione viene cercata, oppure troncata, la scintilla non si sviluppa o non riesce a scoccare per diverse ragioni. Uomini, questa volta, di fronte a tipologie di donne “infrequentabili”: la “ex”, la maschietta, l’erinni, la collega, l’amica degli animali, la manager, la delicatina, la bambola, l’invadente, la cara amica, la scrittrice, la buona samaritana, la cretina, la sanguisuga, la rompiballe, la pasionaria, l’allumeuse, la casinista, la donna perfetta e quella giusta. Ma sarà davvero, l’ultima, quella giusta?

comunicato stampa incontro con Annalisa Bruni

Annalisa Bruni, ha pubblicato: Storie di libridine (Edizioni della laguna, 2002, finalista al Premio Settembrini-Regione Veneto 2003), Altri squilibri (Helvetia Edizioni, 2005), Della felicità donnesca (Nova Charta, 2008); con Cleup: nel 2013 Tipi da non frequentare, nel 2015 Andando a capo (prima di finire la riga) nel 2016 Tipe da frequentare (ma per quanto?), con Stefano Pittarello, nel 2015, Langenwang ovvero Il disastro della puntualità. Ha curato numerose antologie di racconti, tra cui, nel 2008, M’ama. Mamme, madri, matrigne oppure no, con A. Cilento e S. Chemotti (Il Poligrafo, 2008). Suoi racconti sono pubblicati in numerose antologie, tra cui Io sono il Nordest, a cura di Francesca Visentin (Apogeo, 2016) e Porto Marghera. Cento anni di storie – 1917-2017 (Helvetia eEditrice, 2017). Laureata in lettere, pubblicista, è funzionaria alla Biblioteca Nazionale Marciana. Ha scritto sceneggiature radiofoniche e radiodrammi prodotti e messi in onda dalla RAI, dalla Radio Svizzera italiana, dalla Radio Nazionale Croata e dalla Radio Ceca. Tiene corsi e lezioni di scrittura creativa dal 1998.