Arte Pardes

eventi recenti

“Concerto Incontro” con Davide Antonio Pio

Sabato 7 luglio 2018 alle ore 21 “Concerto Incontro” con Davide Antonio Pio. Reading, canzoni, improvvisazioni. PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea, Mirano.
Il “Concerto Incontro” è un momento di intrattenimento fatto di entusiasmo ed improvvisazione. Un’ora e mezza di letture, canzoni, racconti di vita. Canzoni originali e classici dei cantautori e della canzone popolare. L’artista inventa, cercando di incontrare lo spettatore in una stanza dei giochi sconosciuta ad entrambi.

comunicato stampa incontro Davide Antonio Pio

La presenza a PaRDeS di Davide Antonio Pio (Benevento, 1988), scrittore, musicista e performer, è una piacevole consuetudine, iniziata con la collaborazione alla realizzazione dell’opera teatrale “L’Inghiottitoio”, di cui è autore del testo, curatore della regia e delle musiche. Allo spettacolo ha preso parte con un monologo sul vino anche Tobia Ravà, in veste di attore o per dirla con le parole del regista “in una forma di installazione parlante”, presentato nel 2016 a PaRDeS nell’ambito della mostra “Squarci nelle Tenebre” e al Teatro all’Antica di Sabbioneta in occasione della mostra personale “Da’at” di Tobia Ravà, allestita a Palazzo Ducale.
Le prove dello spettacolo sono state effettuate presso PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea di Mirano (VE), da novembre 2015 a marzo 2016.

per informazioni
PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea,
via Miranese 42, 30035 Mirano (VE)
tel./fax 041/5728366 cell. 349 1240891

SelvaOscura. Monologo di Samuele Busolin, regia di Enrico Zagni

Giovedì 28 giugno 2018  ore 21
selvaOscura. Monologo di Samuele Busolin, regia di Enrico ZAGNI

comunicato stampa selvaOscura

SelvaOscura intende esaminare il testo dantesco (la Divina Commedia) e quello shakesperiano (Riccardo III e Amleto), allo scopo di mostrare l’ambiguità e la complessità dell’animo umano messa in campo dalla tragedia shakespeariana e confrontarla con la ricerca filosofica e teologica proposta dalla Divina Commedia.

L’obiettivo non è di celebrare apologeticamente i testi e suoi autori, ma è quello di adoperare il testo come pre-testo per ragionare e riflettere sulle contraddizioni profonde del contesto socio-politico che quotidianamente frequentiamo. Un contesto nel quale non è difficile imbattersi in tantissimi Riccardo III: persone frustrate; rifiutate perché diverse; sfruttate perché ritenute deboli; sostanzialmente persone a cui viene negata la possibilità di essere. Persone che odiano gli altri, e pronte a qualsiasi cosa pur di raggiungere il vano miraggio di un potere creduto salvifico e definitivo. SelvaOscura mette in scena la tragedia dell’uomo nella sua fenomenologia, mette in scena il suo mostrarsi e il suo essere per tutti “problema.

SelvaOscura

 

Pericolo di crollo, incontro Anna Maria Corradini e Jean Turco

Giovedì 21 giugno 2018 alle ore 20.45 Pericolo di crollo,
chiacchierata con Anna Maria Corradini, consulente filosofico, e  Jean Turco, fotografo.
L’incontro sarà preceduto dalla performance della ballerina Flor Tinoco Sequeiros sotto il maestoso Carpino nel parco di PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea, Mirano. La danza avverrà al suono di un hang drum curato da Maria Gabriella Citro.

Siamo giunti al secondo evento in ordine di tempo che si tiene all’interno della mostra dal titolo “Natura Violata” a cura di Maria Luisa Trevisan, che verterà sul crollo interiore ed esteriore, nel micro e macrocosmo in piena sintonia con l’esposizione che riguarda l’ambiente e i cambiamenti climatici. Ci saranno alcuni ospiti d’eccezione il fotografo italo-francese Jean Turco e  Anna Maria Corradini, che attualmente si occupa prevalentemente di consulenza filosofica negli Istituti Penitenziari del Triveneto, che dialogheranno a partire dalle affascinanti immagini del fotografo, appartenente alla Sociétaire honoraire de la ” Société des Artistes Français “.

download comunicato stampa 21 giugno 2018

Jean Turco è nato nelle Alpi, ed ha trascorso la sua adolescenza a Chamonix Mont-blanc. Si diploma in fotografia e realizza immagini di alta montagna. A 20 anni, lascia “la vallée„ per Parigi dove eserciterà un’attività che lo appassiona e gli permetterà di visitare molti paesi lontani portando nei suoi bagagli la Leica IIIf e l’Hasselblad che condividono la sua vita. Realizzerà così in Europa, negli Stati Uniti o negli emirati e sultanati del golfo, innumerevoli paesaggi e ritratti; il suo gusto per quest’ultimi che si affermerà in occasione di soggiorni in India ed in Pakistan. Nel 2000, riconsidera la sua implicazione nella fotografia d’arte e decide di dedicarsi a lei a tempo pieno. Abbandona allora qualsiasi altra attività, sistema suoi inseparabili IIIf ed Hasselblad in una credenza, riprende sua Sinar P 20×25 e un Nikon-digitale poi brucia simbolicamente e senza stato di animo, i suoi negativi ed archivi per ripartire su nuove basi. Soprattutto destinate alle esposizioni, ne ha realizzate più di cento in questi ultimi anni, le sue fotografie riguardano numerosi argomenti anche se il ritratto, il nudo e la natura morta restano privilegiati. Oltre ai suoi lavori personali, alla scrittura di libri e di articoli sulla fotografia, di interventi televisivi e di «workshop e Master-class» che anima in Europa, Russia, Cina, ecc. Utilizza in funzione della destinazione delle immagini prodotte tutti i tipi di materiali di ripresa che esistono ma la Sinar P2, un banco ottico con negativi di 20 x 25 cm, che tratta personalmente nel suo laboratorio, è il suo materiale preferito. Oltre ai cataloghi delle sue esposizioni e ad articoli su riviste specializzate, ha pubblicato nelle edizioni Pearson: “La fotografia di nudo„ (2010); “L’arte dell’illuminazione„ (2012). “il ritratto„ (2012) “Il nudo„ (2012) “la natura morta„ (2012) “l’art de la Pose” (2014) « Nu » (2013) éditions MV. Abita a Parigi e lavora una grande parte dell’anno in Italia a Glera di Giais – Aviano – (Pn), dove ha le sue radici.

Flor Tinoco Originaria da Città del Messico realizza i suoi studi professionali di danza presso il Centro Nazionale di Danza Contemporanea in Messico e in Spagna presso il Conservatorio di Barcellona, meglio conosciuto come Institut del Teatre. Ha ballato in diverse compagnie di danza come il Balletto Nazionale del Messico, Balletto Internazionale Wep Productions, Compagnia di Danza Lucy Briaschi (VI) e ”The Simple Company” (PD). Attualmente crea e danza i  propri progetti coreografici con il suo gruppo denominato “Intersezioni Danza”.

Maria Gabriella Citro nata il 9 Dicembre 1967 a Vittorio Veneto (TV). Dopo la maturità scientifica ha proseguito con lo studio della musica in particolare del violino, batteria, percussioni e composizione che le hanno permesso di acquisire la tecnica per poter fare della musica un vero e proprio “laboratorio di ricerca” personale. Dal 2012 ha approfondito lo studio della musica accordata a 432 Hz ed alla sua naturale capacità di trasformazione rendendola ancora di più uno strumento di ben-essere per chi entra in risonanza con essa. Attualmente partecipa ad eventi e concerti dove utilizza in particolare lo strumento Disco Armonico e collabora con diversi professionisti per supportare sessioni di lavoro, seminari e corsi con musica da lei composta a 432 Hz.

 

 

 

 

Concerto del gruppo musicale “Guido e Paola Cingano Insieme”

Nell’ambito della mostra Natura Violata Concerto del gruppo musicale “Guido e Paola Cingano Insieme”

Domenica 10 giugno 2018 alle ore 18

PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea, Mirano.

Dopo un’esperienza decennale con un organico che ha portato non solo nei teatri, ma anche al di fuori dei luoghi canonici della musica, una scelta di brani che spazia in vari ambiti, Guido e Paola Cingano Insieme si presenta ora con un diverso organico e con un repertorio in gran parte rinnovato, di maggior respiro, ricco di novità anche dal punto di vista dei generi musicali, sempre con l’intento di favorire l’inserimento di protagonisti scelti tra le giovani promesse. Il gruppo è composto dall’orchestra e da voci femminili che si fondono con gli strumenti ed arricchiscono le parti armoniche e melodiche. Il programma alterna brani classici, moderni e contemporanei, toccando anche lo swing ed il jazz, mantenendo sempre il genere che lo caratterizza con solisti, duo, trio e naturalmente tutta l’orchestra. Le voci che si uniscono alle melodie ampliando ed abbellendo il suono, eseguiranno canto e controcanto.

comunicato stampa Cingano Insieme a Natura Violata

Inaugurazione mostra “Natura violata” a Venezia

 

La mostra “Natura Violata”, a cura di Maria Luisa Trevisan, s’inaugura a Venezia presso l’Art Factory, il 6 giugno 2018 alle ore 18, riguarda l’ambiente e i cambiamenti climatici.
Una parte dell’esposizione è allestita a Mirano presso PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea dal 27 maggio al 14 ottobre 2018, con dipinti, sculture, fotografie, video, installazioni ambientali.
Qui sono utilizzati gli spazi di un parco storico e della barchessa di una villa veneta, mentre a Venezia è in un vecchio bacaro restaurato e trasformato prima in atelier d’artista e poi in spazio espositivo.

Artisti: Paolo Barozzi, Elena Vittoria Bevilacqua, Olimpia Biasi, Fabio Bolinelli, Alberto Burri, LeoNilde Carabba, Franco Corrocher, Stefano Cusumano, Alessandra D’Agnolo, Graziella Da Gioz, Mario De Leo, Amedeo Fontana, Jernej Forbici, Theo Gallino, Sirio Luginbühl, Uzia Ograbek, Nino Ovan, Pain Azyme, Aldo Pallaro, Tobia Ravà, Domenica Regazzoni, Raphael Reizel, Gina Roma, Alberto Salvetti, Dado Schapira, Annamaria Targher, Jean Turco, Marika Vicari, Luigi Viola, Teodoro Wolf Ferrari.

Luogo: Art Factory, Fodamenta dell’Arzere, Dorsoduro 2324 – 30123 Venezia

Periodo: dal 6 giugno all’8 luglio 2018

Inaugurazione: mercoledì 6 giugno ore 18

Orari: Da mercoledì a venerdì 15.30-19.30. Sabato e domenica 10.30-13

Nell’ambito della mostra sono in programma degli eventi culturali, collegati al tema ambientale, al fine di sollecitare il dibattito artistico e trasmettere al visitatore le conoscenze e i valori contenuti anche nelle opere.

La sezione veneziana della mostra presso Art Factory alle Fondamenta dell’Arzere è in concomitanza con la Biennale Architettura, ma la parte più cospicua dell’esposizione così come gli eventi, incontri culturali, serate musicali, conferenze saranno in terraferma a PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea, costituito dalla barchessa e parte del parco storico della Villa, che ai primi dell’Ottocento fu proprietà del banchiere veneziano Giorgio Daniele Heinzelmann, il quale a Mirano soggiornava insieme al figlio e alla nuora Paolina Edvige Blondel, sorella di Enrichetta, moglie di Manzoni. Nella villa probabilmente è stato ospite anche Massimo D’Azeglio.

per informazioni:
PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea, via Miranese 42, 30035 Mirano (VE)
tel./fax  041/5728366 cell. 349 1240891
e-mail: artepardes@gmail.com

comunicato stampa mostra Natura Violata a Venezia

Mostra Natura violata

PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea,

download comunicato stampa mostra arte Pardes Natura Violata

mostra Natura violata folder

Luogo: via Miranese 42 – 30035 Mirano (VE)
Periodo: dal 27 maggio al 15 Luglio e dal 20 settembre al 14 ottobre 2018

Inaugurazione: domenica 27 maggio 2018 ore 17

Interventi di Maria Luisa Trevisan, Antonio Costanzo e Federica Stevanin.

Orari: Da mercoledì a domenica 16-19 su prenotazione

Luogo: Art Factory, Fodamenta dell’Arzere, Dorsoduro 2324 – 30123 Venezia
Periodo: dal 6 giugno all’8 luglio 2018
Inaugurazione: mercoledì 6 giugno ore 18

Orari: Da mercoledì a venerdì 15.30-19.30. Sabato e domenica 10.30-13

 

La mostra “Natura Violata”, a cura di Maria Luisa Trevisan, riguarda l’ambiente e i cambiamenti climatici; è allestita a Mirano presso PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea e a Venezia presso l’Art Factory, dal 27 maggio al 14 ottobre 2018, con dipinti, sculture, fotografie, video, installazioni ambientali. Sono utilizzati gli spazi di un parco storico e della barchessa di una villa veneta e di un vecchio bacaro di Venezia restaurato e trasformato prima in atelier d’artista e poi in spazio espositivo.

Nell’ambito della mostra sono in programma degli eventi culturali, collegati al tema ambientale, al fine di sollecitare il dibattito artistico e trasmettere al visitatore le conoscenze e i valori contenuti anche nelle opere.

presentazione del libro Darśan di Marco Perini

Marco Perini, Darśan

Venerdì 13 aprile 2018 presso PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea di Mirano (VE)

Tutti vogliono vedere l’India, ma nessuno vuole andarci davvero”

Storie di magia ed esorcismi, insegnamenti di asceti nudi e solitari, riti antichi e inquietanti in luoghi trascurati dalle mappe, le vite incredibili di uomini incontrati per via, il racconto di come si possa rischiare la vita per far visita agli dèi in templi fantastici. Momenti di chiarezza e di oscurità, che si susseguono e confondono, mai pienamente separati. Meravi­glie e orrori, vita e morte, sempre vicini, sempre indissolubilmente avvinghiati e che continuamente tras­mu­tano uno nell’altro.

Più sotto, immobile, lo sfondo che regge gli opposti. La tela invisibile che sostiene i colori e dà forma al disegno, così che l’occhio, posandosi lieve, possa ammirare la Bellezza.

 

L’iniziativa è organizzata nell’ambito della mostra Matematiche Zoomorfe, mostra personale di Tobia Ravà a cura di Maria Luisa Trevisan, aperta fino al 20 maggio, presso

comunicato stampa presentazione libro  Darśan

Volantino Pardes

Seminario Tobia Ravà – Venezia

AVVISO DI SEMINARIO
Il giorno Venerdì 6 Aprile 2018 alle ore 12.15, presso la sede di San Basilio, aula 0B, l’artista
Tobia Ravà terrà un seminario dal titolo: “Analisi della dinamica delle relazioni fra i
soggetti del mercato dell’arte. L’esperienza di un artista”.
L’intervento è tenuto nell’ambito del corso di Aste e investimenti nel mercato dell’arte, corso
di laurea magistrale in Economia e Gestione delle Arti e delle Attività Culturali.

Per ulteriori informazioni rivolgersi alla
prof. Stefania Funari, Dipartimento di Management
E-mail: funari@unive.it

Seminario Ravà Corso AIMA_2018

I numeri nell’arte

Domenica 17 dicembre 2017 alle ore 16.00 appuntamento a Mirano al PaRDeS e nello studio di Tobia Ravà, alle 16 per un incontro dal titolo ‘I numeri nell’arte’ nell’ambito della mostra “Matematiche zoomorfe”, a cura di Maria Luisa Trevisan.
Oltre all’artista, l’Arch. Eugenio Mario dell’Università di Padova e il Dott. Leonidas Paterakis di Fablab, ci racconteranno come dai numeri e con i numeri si possa creare arte.
L’evento è stato organizzato da Moca, grazie ad Enrico Gobbin e Maria Grazia Palombi, è gratuito ed aperto a tutti con l’occasione ci scambieremo gli auguri di Buone Feste.

Domenica 17 dicembre h. 16.00 spazio Pardes Mirano
Si prega di confermare la propria presenza al 346 573 6853

La mostra sarà poi visitabile su appuntamento, chiamare il 0415728366

 

Maratona poetica a PaRDeS

Domenica 12 novembre 2017 ore 17 a PaRDeS – Mirano: Maratona poetica guidata da Alessandro Cabianca, con lettura di poesie di autori vari sul tema della donna, e finissage della mostra “Ritratti di donne” (con l’occasione gli artisti potranno anche ritirare le proprie opere).

Maratona poetica del 12 11 2017

comunicato stampa maratona poetica

La serata sui Lieder musicati da Fanny Mendelssohn, Clara Schumann e Alma Mahler ed interpretati da Alessandra Semenzato al pianoforte e Argit Butzke soprano è stata un’introduzione a quest’ultimo evento poetico, che riprende le fila dal riuscito esperimento dello scorso anno, dedicato quest’anno alla creatività femminile.

Alla maratona poetica partecipano Adriana Bertoncin, Alessandro Cabianca, Brunello Gentile, Virginio Gracci, Adriana Hoyos, Giovanni Da Lio, Anna Lombardo, Oliva Novello, Gianluigi Peretti, Oriella Pivato, Luisa Salvagno Neve, Alberto Schön, Giuseppina Simeoni, Laura Voghera Luzzatto, Paola Volpato, Lorenza Zuccaro.

L’evento è organizzato nell’ambito della mostra Ritratti di donne, a cura di Maria Luisa Trevisan, aperta fino al 12 novembre con altri eventi.